4 - 01/10/2019

Il giocatore della settimana

 ©  usbassanaunia
 

 

Ermanno Formolo

 

Ermanno Formolo, seconda stagione con la Bassa, attuale capocannoniere della squadra, ha giocato 4 partite (esclusa la prima) con 360 minuti di presenza in campo, segnando 4 reti e tutte le partite di coppa con 211 minuti di presenza sul terreno di gioco segnando 2 reti.

 
LA SCHEDA
 
Anno di nascita: Trento 09/11/1986    segno zodiacale: Scorpione
Professione: Autista autonomo Viaggi Formolo
Ruolo: attaccante
Curriculum sportivo: Rotaliana, Mezzocorona, Albiano, Salorno, Rotaliana, Albiano, Lavis, Rotaliana e Bassa Anaunia
Presenze in campionato:  4    (360m)     
Soprannome (per i compagni):  Red

  • Ieri per te è stata la tua partita migliore di questo avvio di campionato segnando la tua personale tripletta. Come hai visto la gara e come interpreti la differenza di gioco fra i primi 45 minuti e la ripresa: Il primo tempo più equilibrato impostato in maniera diversa da noi contro un avversario di tutto rispetto con giocatori bravi di categoria. Nel primo tempo entrambe le squadre si sono difese bene. La ripresa è stata impostata in maniera diversa e avendo trovato il gol subito ci ha spianato la strada nella realizzazione delle altre due marcature. Il campionato è molto equilibrato.

  • Le tue reti sono state realizzate dopo una verticalizzazione corale terminata  con l'assist di Cristian. Vi ritenete la coppia vincente del nostro attacco?. Avete trovato il feeling necessario o vi manca ancora qualcosa da ottimizzare: Alla mia età e con l' esperienza ho poco ancora da migliorare, col Zano ci troviamo a giocare sempre meglio, lui è uno dei più bravi attaccanti della categoria, le doti non gli mancano.

  • Sei un po il "papà" dello spogliatoio, veterano assieme a Mirco, riferimento dei tuoi compagni e in special modo dei più giovani che vedono in te l' espressione caratteriale e l'esperienza di gioco. Come trasmetti loro questi importanti elementi: La mia forza è sempre stata, sia in allenamento che in partita, l'aiuto verso i compagni sia con la parola che con il lavoro. Sono molto generoso nel gioco e nella corsa e cerco di trasmetterlo ai compagni i quali si aspettano delle cose positive come i valori e l' esperienza, ciò che ho sempre pensato di aspettarmi dalle persone più grandi di me. Più che le parole però contano i fatti.

  • Siamo una delle squadre più giovani del campionato con una media di 23,5 anni. Secondo te la squadra dimostra tutta la personalità necessaria e le potenzialità di gioco o c'è ancora da migliorare e in che ruolo secondo te: Migliorarsi si può sempre, dobbiamo curare di più i particolari un po in tutti i ruoli, è un campionato molto livellato..

  • Cosa significa per te giocare a calcio:  Una grande passione, uno sport iniziato da piccolo, per me significa divertimento, ovviamente anche giocare con serietà in campo agonistico, un modo per avere un distacco dalla vita sia lavorativa che familiare.

  • Cosa ti ha detto la moglie ieri sera tornando a casa: Che i gol li dovevo fare in presenza sua (era in tribuna solo il primo tempo!!!)  podeves farli en tel prim tempo no?!

  • Giocatore preferito: Wayne Rooney
  • Squadra del cuore: Milan   (purtroppo...)
  • Cosa non sopporti durante la partita in campo: Bene o male sopporto tutto, mi da fastidio solo quando non sono concentrato e non do il massimo come vorrei.

  • La partita più bella: Lavis - Appiano dove ho fatto una tripletta, il primo anno che ho giocato nel Lavis.
  • Quella da dimenticare: Con la Bassa al Fucine di Rovereto l'anno scorso contro il Sacco S.Giorgio....(loro erano ultimi e noi da polli ci siamo fatti spennare)
  • Sogno nel cassetto: La possibilità di potermi divertire ancora per tanti anni perchè ho ancora molta voglia di giocare.
  • Hobby: Tennis ....anche se un pò dimenticato in questi anni
  • Piatto preferito: El tonco de patate  (quello che faceva mia madre !!)
  • Gruppo musicale o cantante preferito: AC/DC  (hard-rock)
  • Luoghi dove vorresti andare in vacanza con i tuoi: Nel sud Italia
  • Hai un portafortuna in partita: No, non sono scaramantico per nulla.

                                                                              Grazie Red e in bocca al lupo per la stagione